Salvatore Di Bianco

Salvatore “o ciciniello” Di Bianco – Gli Invisibili

Salvatore è una figura poliedrica del nostro Gran Carnevale, inizia questa avventura quando non aveva ancora compiuto 10 anni con il Gruppo dei Reduci dai Pagliacci in situazioni economiche non floride tanto da creare i coriandoli con delle "grattate" al polistirolo. Salvatore vive da protagonista 3 decenni del nostro Carnevale. Le prime edizioni con temi a salvaguardia di una manifestazione che mostrava potenziale ma che non cresceva per le 1000 difficoltà ancora attuali. Ricorda un carro con una maestosa aragosta tutta in ferro realizzata dal Maestro Erasmo Amato e Salvatore tra gli incartatori con le mani ghiacciate. Finite le ore di costruzione Salvatore completava la sua opera andando alle prove dei balletti. One man show. Salvatore ricorda con grande affetto i maestri del passato: Mario Scannapieco, Silvio, Elia ecc. Da presidente ha realizzato carri come "la bella e la bestia", "i Simpson" e "Si Salvi chi può" costruiti dietro le baracche dell'attuale zona mercatale. Rivive, oggi, il sogno di un gran carnevale vissuto in passato negli occhi di Giosuè Pastore. Complimenti Sognatore...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *